Pizza con lievito madre

Pizza vegan con pasta madre

  • 150gr farina integrale
  • 100gr farina di farro
  •  250gr farina semintegrale
  • 150gr pasta madre
  • acqua tiepida
  • 400gr polpa di pomodoro
  • olio
  • sale
  • aglio
  • peperoncino
  • basilico
  • origano
  • vegrino


Venerdì sera
rinfrescate la pasta madre.

Sabato mattina: rimboccatevi le maniche e iniziate la lavorazione.
Sciogliete la pasta madre in 250gr di acqua tiepida. Scioglietela per bene e successivamente unite le farine, l’olio e mescolate con un mestolo di legno.
Ora mettete il sale e rovesciate l’impasto su un ripiano (meglio se di legno) ben infarinato. Aggiustate a bisogno con farina o acqua.

Rimettete l’impasto nella ciotola ben oliata, coprite con della pellicola trasparente ed uno strofinaccio. Fatelo riposare per un’ora e mezza in un luogo caldo. Rovesciate l’impasto sulla spianatoia, delicatamente fate un’altra piega, coprite e mettetelo nuovamente a lievitare per un’ora e mezza. Se avete tempo e pazienza fatelo una terza volta. Al termine della terza piega e dell’ultima lievitazione coprire per bene e mettete l’impasto in frigorifero per 24 ore circa.

Ultimo step.
Rovesciate il contenuto della ciotola sulla spianatoia ben infarinata e con le sole punte delle dita allargate delicatamente l’impasto (cercate di non appiattirlo per non rovinare la lievitazione). Ora adagiatelo in una teglia oliata e sistemate i bordi.

Ricoprite la pizza con un buon pomodoro condito con basilico, origano, sale e olio. Infornatela nel ripiano basso del forno a 250°. Dopo 25 minuti tiratela fuori, aggiungete olio, peperoncino e abbondante vegrino aromatizzato a piacere (io ne ho usato metà al basilico e metà aromatizzato all’aglio orsino). Infornate ancora 5 minuti. Sfornate, condite con poco olio d’oliva e buon appetito!

Vedi anche Pizza con lievito fresco per altre idee su come farcirla.

Lascia un commento