La soia disidratata va limitata?

Sì, ecco perché:

La soia disidratata «è quello che si scarta quando si fa l’olio di soia. Rimane la matrice proteica […], utilizzata per fare tutti questi prodotti disidratati: li trovate come polpettine, come granulare, come spezzatini. Sono degli alimenti estremamente trasformati, iperproteici, il cui utilizzo va circoscritto a situazioni eccezionali».
— Dott.ssa Luciana Baroni, La dieta vegetariana per grandi e piccini, conferenza del settembre 2012, minuto 21:54.

N.B. Questa raccomandazione non riguarda la soia in sé, né i derivati come il latte di soia, il tofu, il tempeh, che possono essere consumati anche tutti i giorni. Vedi la FAQ: La soia fa male?

Foto credit: praticaculinaria.it
Foto credit: praticaculinaria.it

Lascia un commento