Carne ai bambini, sì o no? Intervento del Prof. Pinelli a Unomattina

Confronto sull’alimentazione vegetariana fra il Prof. Leonardo Pinelli, pediatra esperto in nutrizione e vicepresidente della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, e il Prof. Andrea Ghiselli, ricercatore dell’INRAN, alla trasmissione Uno Mattina (RAI 1) del 15 marzo 2011.

È interessante la risposta del Prof. Pinelli alla solita domanda sull'”imposizione”:

D: Non è un po’ una cattiveria imporre a un bambino una dieta senza carne, non limita anche la sua libertà di formarsi un gusto, di scegliere poi eventualmente da adulto che cosa mangiare o no, che cosa scegliere o meno?

R: È il contrario. Le papille gustative, lo sviluppo delle papille gustative è influenzato moltissimo da grasso, sapido (quindi sale) e dolce. Allora: grasso e sapido sono presenti negli alimenti di origine animale, non solo la carne ma anche il formaggio, quindi vanno a bloccare la sensibilità del palato del bambino per tutti gli altri gusti, che sono quelli della frutta, della verdura, dei legumi. Per quello non mangiano la frutta e la verdura: perché prendono troppa carne, formaggi, salumi, eccetera.

Lascia un commento